2018: I BUONI PROPOSITI SONO SOPRAVVALUTATI

I got soul but I’m not a soldier
All these things I’ve done – The Killers

 

Il Salento, Levante, i biker boots, i buoni propositi di inizio anno: tutta roba ampiamente sopravvalutata e fortemente inutile.
Non ho nessuna intenzione di appiccicarmi sul frigo una lista di cose che vorrei compiere perché servirebbe a farmi sentire un fallimento ogni santa mattina, in pigiama, mentre annuso il brik per sentire se il latte di mandorla è ancora buono.
Quello che devo fare per migliorare la mia vita lo so bene, non vivo dentro un film americano col frigo a due ante, non dormo coi pantaloni a quadri e la canotta da muratore e non mi sveglio coi #messyhairdontcare.
E’ molto affascinante pensare di vivere dentro SATC, mettersi col portatile alla finestra, bere un bicchiere di sciardoné e riflettere sullo sguardo sexy scambiato col ragazzo della posta…piace pure a me immaginarmi così, un po’ grunge e un po’ scanzonata ma sempre molto femminile. In realtà c’ho il pigiama nei calzini e bevo una tisana depurativa dell’Angelica che era in promo all’Esselunga, di grunge al massimo c’ho il mascara scolato sotto gli occhiali che Grissom ci si farebbe una sonora pippa per quante impronte di unto ci sono sulle lenti.
Quindi, invece di dire che nel 2018 mi voglio dimagrire e voglio studiare economia magari imparando per una cavolo di buona volta i maledetti phrasal verbs, adesso mi concentro sui successi del mio 2017-Nonostante.
L’anno che si è concluso, pur non essendo stato costellato di nessun evento epico e nessuna grande tragedia, è stato tosto e molto intenso, mi ha richiesto concentrazione e bicchieri di vino molto spesso:
– Gennaio 2017: visito la Patagonia, vedo i pinguini cuccioli che in realtà sono pelosini e grigi, mangio una roba che chiamano “salsa Golf” (maionese e checiap). Vado in palestra. Al lavoro succedono casini, mi sfiorano, ne esco incolume. Primate studia. Tutto sembra partito per il meglio, ho paura e faccio bene ad averne.
– Febbraio 2017: Teddy lascia all’improvviso lo ZoodelDigital, mi sento morire e penso di restare disoccupata. Non succede ma mi prendo lo stesso molto male. Vado in palestra. Primate studia. Crisi mistica e Lady Gaga.
– Marzo 2017: orecchie basse, depressione, visite mediche dai chirurghi plastici. Poi nasce il meraviglioso bambino di MAU, lo amo come poche persone nella vita. Vado in palestra. Primate studia. Emozioni altalenanti e Mannarino.
– Aprile 2017: 7 ore di sala operatoria, mastoplastica riduttiva, a new day has come [cit.]. Vedo tutta la serie di “In fuga da Scientology”, si riaccende in me il sacro fuoco dello studio delle sette religiose. Sono magra. Il mio lavoro non mi piace più. Primate studia. Nessuna consapevolezza, eparina e Tiziano Ferro.
– Maggio 2017: massaggi in casa, lavoro, tento senza successo di stabilire un rapporto con SpeedyGonzales, inizio a studiare spagnolo. Non sono più così magra. Il mio lavoro mi comincia a stufare. Primate studia. Pensiero positivo ma per finta e Fabri Fibra.
– Giugno 2017: è ormai chiaro che il figlio di MAU ha gli occhi azzurri e assomiglia a me, pace amore e gioia infinita. Addio magrezza ma ancora ci credo.  Il mio lavoro ha rotto i coglioni, inizio i colloqui col MagnàtedellaModa.  Vivo per raccontarla, Ed Sheeran e Ex-Otago.
– Luglio 2017: mi compro il vestito per il matrimonio di AmicaUmbra con uno spiccato ottimismo nei confronti della mia reale taglia. #StayHungry #StayRealisti. Continuo i colloqui col MagnàtedellaModa. Primate studia. Non vorrei ma…Despacito, suave-suavecito.
– Agosto 2017: in vacanza da sola con Genitrice, decisamente qualcosa che volevo fare nella vita, primo costume a fascia della storia. Grandi dormite e grande fiatella di cipolla. Apro Sarahah senza nessun successo. Continuo i colloqui col MagnàtedellaModa. Primate studia. E’ estate, faccio la marmellata e Spotify All About 90s.
– Settembre 2017: si sposano Altissimo e AmicaUmbra, piango tutte le lacrime del mondo un po’ per emozione un po’ perché il vestito mi sta incrinando le costole. Sbornia. Nasce la meravigliosa bambina di DecrescitaAbruzzese, la amo come il figlio di MAU. Si insinua in me il dubbio che forse non sono l’Erode che credevo. Continuo i colloqui col MagnàtedellaModa. Primate studia. Troppo impegnata per essere insofferente, Raffaella Carrà.
– Ottobre 2017: io e Primate festeggiamo i nostri primi sette anni insieme, onestamente non ci avrei creduto manco io. Sono grassa. Continuo i colloqui col MagnàtedellaModa. Primate studia. Speedy Gonzales va a caccia di schiaffi e li sta per trovare, musica francese a caso.
– Novembre 2017: compio 34 anni, mangio come un bue. Al lavoro mi annoio. Prenoto le vacanze di capodanno con Primate, Teddi e l’amore suo. Continuo i colloqui col MagnàtedellaModa. Primate smette temporaneamente di studiare, torno ad avere un marito con mia grande sorpresa. Va tutto bene, dai, Lo stato Sociale.
– Dicembre 2017: decido di concludere l’anno col botto e al 15 di dicembre mi licenzio, SpeedyGonzales mi odia, si comporta come una pazza ma il 22 chiudo baracca, burattini e mi avvio verso la porta confusa e felice. Mando anche affanculo MagnàtedellaModa perché onestamente non se ne poteva più- c’ho messo de meno a trovà marito, n.d.a -, accetto un altro lavoro in 2 ore, non dico niente a nessuno.  Va tutto bene, non ho nessun crollo emotivo e questo mi turba. Ascolto le playlist del 2017.

Ho comprato il biglietto per andare a vedere i Killers, il 2018 già mi suona meglio.

 

15 pensieri riguardo “2018: I BUONI PROPOSITI SONO SOPRAVVALUTATI

    1. È una di quelle robe che inizi e non puoi andare a fare pipì finché non finisce la puntata. Poi ti ricordi che hai Sky on demand e puoi mettere in pausa, ma chi vuole mettere in pausa quando il pathos sta a dumila?

  1. Sempre un piacere leggerti! Dei Killers effettivamente mi parlano molto bene…devo approfondire! Da parte mia sono indeciso su quale brontosauro buttare un po’ di soldi: i Pearl Jam o Roger Waters? La dolce metà ha già preso i soliti biglietti per il solito Baglioni, però dice che vorrebbe sentire anche i Negramaro. Boh, secondo me dal vivo sono peggio che in studio. Non so, non mi entusiasma nessuno di questi

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...