LODE A TE O DILDO (parte II)

…Io e Primate corriamo in calzoncini nel vialetto di casa, una fiat Stilo rombante ci attende, guidata da un pallidissimo e tremante Professò.

–       che è successo Professò?

–       Eh…un casino…

–       Sì, vabbè, stavo mangiando il tiramisù, vuoi dirmi cosa per cortesia?

–       Eh…le hanno trovato una cosa…

–       E che cosa?

–       Eh quel coso di gomma…

–       Oddiodiodiodio…e mo?

–       Eh, ora è un casino…

E lo credo bene! Immaginate di essere il genitore di una ragzzina che nasconde in casa un vibratore, reagireste con una bella pacca sulla spalla?

Insomma, corriamo nell’hinterland milanese a palla, Primate analizza la questione sotto ogni aspetto penale e cerca di tranquillizzare il suo amico.

Arriviamo nel giardinetto di queste casette a schiera e scende sta signora, la madre, e ci parla. Io subito mi lancio nella mia attività di pierre e comincio a dire: eh, ma sa, ma un addio al celibato, per un  nostro amico che si sposa….uno scherzo volgare…ma uno scherzo…Credente non c’entra niente…siamo stai noi…

La signora dapprima diffidente e incazzata, pian pianino si scioglie e comincia a credere alla panzana.

A me veniva davvero tanto da ridere, quando Primate prende l’iniziativa e fa: e poi sa, signora, abbiamo scelto una roba esagerata proprio perché è uno scherzo…

E lei: eh, mi pareva, c’aveva pure tutti quei brillantini!

Io non mi trattengo, guardo Professò che se avesse potuto sarebbe sceso tre metri sotto terra e faccio: ehhhh, come nooooo….

Insomma ci scusiamo, davvero, dal profondo del cuore, siamo noi che abbiamo messo nei casini quest’anima pia e innocente della loro devota figliola…quando all’orizzonte scorgo una figura semovente.

Si tratta di un omuncolo di piccola taglia con le braccia rotanti in aria, tipo Ercolino sempre in piedi. In canotta e mutandoni arriva sparato verso di noi, sento anche che rumoreggia ma non capisco cosa dica.

Dopo un po’ comincio a distinguere i suoni: sittuu?ie taccideeeeee! Ie te tagghie a capaaaaaa!

Sì, sì, era Papà Credente che voleva sgozzare Professò nel parcheggio davanti agli occhi dei vicini affacciati.

Primate mi spintona in macchina, io chiudo la sicura, arriva quel bonazzo di fratello Credente a trattenere il paparino e la mamma tesa di un dolore e un imbarazzo indescrivibili.

Nel pathos generale, Primate in versione avvocato in bermuda, Professò mortificato pallido e indietreggiante, Papà Credente a braccia protese e vene gofie, si consuma una scena di quelle che solo una volta nella vita: la suocera  dà in mano a Professò un enorme pene di gomma viola brillantinato.

La vita è davvero una sorpresa che ci stupisce ogni giorno.

22 thoughts on “LODE A TE O DILDO (parte II)

  1. E indovinate chi si posiziona in seconda pagina di google per la ricerca ”dildo viola brillantini” (senza virgolette perché con le virgolette c’è la prima pagina!!)?

    Che poi i brillantini… ma non graffiano? E non te li ritrovi nelle mutande per settimane? Quando si dice che ”ti fa scintille”!

    Certo, Donna Frangia, ma tutti te… XD

    Oramai il desiderio che cresce nell\’attesa di un nuovo articolo su questo blog è paragonabile a quello delle migliori sale parto! Grandissima stima, mia cara.

    A.

    P.S. Sul nick ci sto ancora riflettendo. 😉

  2. «La suocera dà in mano a Professò un enorme pene di gomma viola brillantinato.

    La vita è davvero una sorpresa che ci stupisce ogni giorno.»

    Amen, Frangia! Amen!

  3. @Scimmia: quanto tempo! Bentornato…tutto ciò che ha brillantini è tanta roba!
    @bianconerogrigio: contano anche le sfumature dei brillantini! 😉
    @AA: il nick name viene sempre da un’improvvisa ispirazione…arriverà!
    In qualunque caso mi chiedo se per caso tu sia arrivata al mio post facendo proprio quella ricerca. Sono felice di sapere che appaio in alto nel motore di ricerca, chissà quanti depravati attirerò! Ti comunico che dopo il tuo commento non potrò mai più guardare in faccia Professò senza pensarlo con una maschera da saldatore.
    @Vibrissa: benvenuta e complimenti al nicneim, molto bello. La realtà, nella mia banale vita, spesso supera la fantasia. Non sarei mai riuscita a inventare una roba del genere.
    @’povna: hai letto bene, sorella! Ho sempre sostenuto di amare qualunque cosa abbia i glitter, poi ci sono volte nella vita in cui ti devi ricredere…

  4. Premio Nobel per l’imbarazzo 2012 viene assegnato all’unanimità a Professò!

    Foto! Foto! Foto!
    Che ne è stato del totem glitterato?
    Altrimenti ti tocca postare una foto analoga recuperata da un “secsisciop onlain” 😀

  5. @AA: fedelissima!

    @lanoise: con dietro il nano a braccia rotanti?????

    @Altissimo: che modo elegante di dirlo…”totem”! Da oggi mi esprimerò solo con frasi tipo “oh, m’hai rotto il totem!”. Ma, caro il mio Altissimo, se su questo blog c’è uno esperto di navigazione sui secsisciop ollain, quello sei tu! (* per tutti quelli che non capiscono: lui ha cercato in rete varie e varie immagini dell’altalena da sesso)

  6. Grazie del benvenuto, Frangia. 🙂

    Che la realtà possa superare la fantasia è in fondo un bene; la fantasia sa essere – di solito è – assai banale, mentre la realtà è un carrozzone impazzito che riserva ogni giorno scarti imprevisti e poderose giravolte.

    Dunque ben vengano nani (credenti) e (totem) ballerini (glitterati), almeno ogni tanto.

    Alla prossima; lieto che ti sia piaciuto il nome: lo conservavo per un’occasione speciale.

  7. @Vibrissa: evviva, sono un’occasione speciale! Sono d’accordo sul bello dell’imprevedibilità, certo…mi andava bene anche solo un mazzo di fiori inaspettato!
    @’povna: in questo caso glitters are a girl’s best enemy!

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...