NOTTE BRAVA ALL’OSCEN BLU

Viene a trovarmi Toscanaccia da Cecina (o daccescina, come dice lei) poiché da mesi piange il suo ex che, intanto, “pipa gioioso” con un’altra.
Decidiamo di passare un finesettimana spensierato con Amica Umbra quindi ci organizziamo: venerdì sera Foro Italico e sabato sera Oscen Blu.
Il venerdì scorre liscio, andiamo a un evento dell’Audi, notiamo che sono tutti bellissimi e bellissime, tutti in posa, vestiti abbastanza bene, sorseggianti vodka-burn e nessuno che balla. Qualcuno prova a muovere una gambetta ma si ferma subito: se balli in discoteca se aut, pare.
Io, incurante, ballo con Amica Umbra e Toscanaccia ha mal di piedi.
Il sabato è all’insegna dello sioppin, misuro un tubino con spalline in ecopelle che pareva veramente tanto da LediGaga e quindi decido di comprarlo. Faccia schifata di AmicaUmbra, grido disperato di Toscanaccia “ Frangia, deh, fa hahare!”, faccia schifata del commesso burino. A malincuore mollo l’abitino e passo il resto del tempo a pentirmene.
Si fa sera e decidiamo di andare alla chiusura dell’Oscen Blu, estivo dell’Art Cafè, discoteca fighetta di Villa Borghese. Passo quattro ore a decidere cosa mettere, alla fine opto per il luc da segretaria maiala coi capelli ricci e arancioni.
Ci mettiamo d’accordo con Sirenotta e le sue amiche e partiamo tutte insieme alla volta della vita notturna.
Tempo cinque minuti dall’ingresso, Sirenotta si ritrova circondata da regbisti. Se dove c’è Barilla c’è casa, dove c’è Sirenotta c’è regbi.
Toscanaccia, spinta dal mal di piedi imperante, si acceccia su una ringhiera, io ballicchio lì vicino col mio drinc, AmicaUmbra e Secchetta idem.
Da lontano si scorge un tizio, sgomita tra la folla, si dirige con fare imperativo in una direzione prossima alla mia.
Una botta qua e una là avanza lanciatissimo. Mi si ferma davanti.

  • Ciao.
  • Ciao.
  • Ti ho vista…
  • Ehm..
  • Sei proprio bella, una bellezza nordica…
  • Ehm..grazie…
  • Come ti chiami?
  • Frangia, tu?
  • Coionello, piacere
  • Piacere
  • Sai, con questi occhi azzurri..questi capelli biondi…

[costui mi legge dentro!]

  • Beh, biondi…rossi direi..
  • Ma che rossi…ora rossi…
  • Vabbè, quanti anni hai?
  • Trenta, tu?
  • Indovina…
  • Sei giovane, ne avrai 28…
  • Veramente nemmeno 27!
  • Vabbè, per stare sicuro.. [mah!]
  • Cosa fai nella vita? Vivi a Roma?
  • Sì, abito in Zona Limitrofa, sono un professore di matematica…insegno…

[solo io posso rimorchiare un professore in discoteca]
[…]

  • Ah, davvero? Interessante, così giovane. Anche io lavoro a Roma.
  • Senti, come sei bella, ma come hai detto che ti chiami?
  • Ah, non te lo ricordi Coionello
  • No, vabbè, scusa, mi sono perso…
  • Vabbè, cmq mi chiamo Frangia.
  • Ah, Frangia! Vero! [ma va?!] Senti magari ci possiamo vedere
  • Magari anche no…
  • Tipo per un caffè, un gelato…
  • Eh, chi lo sa! Sta città è grande però può darsi che capita di incontrarsi…sai..la vita è strana!
  • No vabbè, magari mi dai il tuo numero…
  • Direi di no.
  • Magari ti do il mio…
  • Eh, ma non ho il cellulare! Hai carta e penna?
  • No, dove le trovo ora?
  • Eh, non so…

E qui mi sfodera la mossa magistrale: si mette la mano in tasca, estrae il portafoglio e mi allunga un biglietto da visita!
Mi giro, lo saluto, guardo Amica Umbra ridendo e le dico che stasera ho vinto io! Il più sfigato l’ho trovato io.
Arriva Sirenotta e inizio a raccontarle il misfatto.

  • Oh, Sirenò, non poi capì, è arrivato uno, prima m’ha detto che ero bionda..
  • Tu? Ahahha…ma è cieco?
  • No, aspè, poi m’ha detto che dimostravo 28 anni…
  • Azz…
  • Poi non si ricordava come mi chiamavo e, dulcis in fundo, m’ha mollato il biglietto da visita!
  • Ahahahah, che disastro! Lascia sta va, è arrivato uno da me, uno sfigato assurdo…diceva di essere un professore di matematica…

Ciò-è.
Camicia bianca? Camicia bianca. Occhi azzurri? Occhi azzurri. Biondino magretto? Biondino magretto.

  • Frangè, che ne deduciamo?
  • Non lo so, Sirenò, che ne deduciamo?
  • Che ai professori de matematica gli piacciono le bocce!

24 thoughts on “NOTTE BRAVA ALL’OSCEN BLU

  1. ecco, a tal propostio vorrei citare la simpatica affermazione di un giouvane ventiduenne (lo sappiamo che attiro solo mocciosi) laureando in fisica….che mi fa…"EH, PERO' VEDO CHE GLI ELLISSODI DI ROTAZIONE SONO TUTTI AL PUNTO GIUSTO"……..Pallina slogged

  2. @Laurett: e non è il loro peggior difetto.@dp: grazie a Dior.@tomada: a quelli di sinistra non piaceva il culo?@Paola: l'ho sempre detto io che questo è un blog d'informazione scientifica.@pallina: "ellissoidi di rotazione"? che te giravano le balle?

  3. @Scimmia: ma tu non eri quello che "…gli occhi delle donne…"?@Laurett: Boccia for president, a sto punto.@lanoise: peggio, laureato in matematica. Trovi la foto sul mio profilo del faccialibro.

  4. lo ero e lo sono ancora.. e oltre agli occhi anche il sorriso! cmq il fatto che le bocce non siano la prima cosa che guardo non vuol dire che non possa apprezzarle.ScimmiaColVestito

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...