DISTURBIA-A-A (io non capisco, non capisco, non capisco e allora ballo la disco music)

Perchè poi uno dice che sono le donne a essere matte, assillanti, indecise, strane.

Allora io mi sento tirata in causa in quanto donna e in quanto testimone della follia celeste (al maschile). Insomma è fatto noto che io abbia questo ex storico, Lui, che dopo avermi fatto piangere lacrime e sangue, prendere una decina di chili, perdere mezza sessione di esami all’università e piccoli disguidi tecnici di  questa sorta, si è deciso dopo un par d’anni di silenzio stampa a rispuntare così, come la strega di BlerUiccProgget, che quasi quasi faccio pipì in piedi sull’angoletto pure io.

Siccome io sono stata cortese, non gli ho attaccato in faccia e ho parlato con distacco e serenità, Lui si è sentito automaticamente in diritto di scrivermi su Feisbuc praticamente tutte le mattine (ovviamente non siamo amici, chiaro).

E come stai? Eccerto che fa freddo, eh? Ha freddo pure il cane! Mammamia quanto lavoro eh? Tu tutto apposto? Come stai bene nella foto del profilo! Sembri avere diciott’anni!

Nzomma, pe falla corta pe falla breve, questo si è messo a fare l’amicone. E qualunque amicone che si rispetti, ovvio, vuole vederti, incontrarti, parlare a quattr’occhi. Di più, un caro amicone ti chiede pure di fermarti a dormire da te per non tornare a casa in macchina da Roma di notte stanco.

Ma stiamo scherzando? Caro il mio Lui, va bene tutto, però mo che tu ti fermi a dormire a casa mia, con le coinquiline, dopo due anni che non ci vediamo e prendendi pure di farlo passare come un insignificante dettaglio organizzativo…beh, ti commenti da solo.

Occhei, ci vediamo, parliamo, mi sta benissimo. Io devo affrontare i demoni del passato, mettere alla prova il mio sentimento per Bancario Jones, scontrarmi col mio passato e, se Dior vuole, pure farti rosicare un pochetto anzichennò.

Allora accetto un tuo invito. E tu rimandi. Ne accetto un altro. E tu rimandi. E tu che fai? Riparti in quarta con un bel messaggino privato delle 7.36 del mattino (quello di oggi, per esempio, era delle 4.58) in cui mi dai buca e mi inviti nuovamente. E qui, ggesummio, avviene l’impensabile.

"Bònsgiùr Madmuasèl, che straccia di strinetto stamattina, tieni conto che *il cane che io scelsi per Lui* è uscito e rientrato di corsa a casa 🙂

Per domenica riconfermo e sottolineo che non ce la faccio (di sicuro arrivo tardissimo sabato notte e starò a pezzi….).

La settimana dopo, però, quando ti pare possiamo vederci…..sempre se ti va. Ma tipo se ce ne andiamo a fare un giro all’ikea, e poi andiamo a mangiare do te pare…..brutto ?

Boh vabe’, intanto la butto là……..poi vedi te.

Intanto buona giornata !!! "

Adesso,onestamente, è normale che un uomo che ha condiviso cinque anni con te, che non ti parla da due anni, orgoglioso, che ha fatto una fatica indicibile a ricontattarti, vuole rivederti per parlare faccia a faccia e -cristiddio- dove? all’Ichea? Ma, dico io, siamo impazziti? Rimango basita che neanche Stanis Laroscel davanti allo schermo del pc. Senza neanche pensarci, digito:

"Buongiorno, è davvero freddo oggi…anche qui. Neanche il mio pesce rosso è voluto uscire, pensa tu.

Per domenica immaginavo che non ce la facessi ma tanto probabilmente io torno a *Terra Natìa* a trovare *Amica in Difficoltà*.

Ti ripeto, per l’ennesima volta, io sono libera normalmente il venerdì sera e la domenica. Oppure la sera a cena durante la settimana, salvo impegni qui a Roma.

Onestamente l’Ikea è uno stress assurdo, quindi alla tua domanda "…brutto?", rispondo "sì, bruttissimo". Ci sono stata una mesata fa, appena traslocato, e mi sarei impiccata a un appiccapanni Takkentukken."

Lui -toh!- non ha risposto. E io mi sono chiesta se forse sono stata troppo tenera. Forse avrei fatto meglio a seguire il consiglio di ScimmiColVestito, animale di rinomata saggezza.

"il tuo ex deve andare affanculo.. ho già espresso questo concetto? ma non devi urlargli. lo devi ignorare. del tutto. la tua considerazione verso di lui deve essere pari a quella che hai per il panno dei piatti della casa di campagna della nonna di un tuo cugino che non vedi mai."

18 thoughts on “DISTURBIA-A-A (io non capisco, non capisco, non capisco e allora ballo la disco music)

  1. il ritorno dell’ex ha solo due possibili alternative intelligenti e contemplabili da noi donne:

    busta A) senti, è passata una vita, scurdammoce ‘o passato, sei una persona a cui ho voluto e voglio ancora bene, mi piacerebbe provare ad essere amici, senza rancori e senza rimpianti (e a me è capitato con l’Intellettualedisinistra, ed è una bella cosa)

    busta B) sono stato un coglione, voglio te. mollo tutto, vengo e ti ripiglio, costi quel che costi (ed allora è un casino, ma può essere una bella cosa)

    le altre buste sono da infilargli in quel posticino opportunamente arrotolate per il lato lungo.

  2. siccome mi piace la sintesi, sintetizzerei il messaggio di scimmia (sempresialodata) con un laconico, nonche’ incredibilmente funzionale "fottiti".
    troppo poetico?
    e, si’, scimmia ha ragione; il fottiti di cui sopra ha sapor ancora piu’ amaro se espresso nei termini del "chi? quando? ah, scusa…. non seguivo… hai detto qualcosa?".
    pero’, stroncature a parte, se davvero vuoi vedere se lui esercita ancora dell’ascendete su di te, l’unica e’ incontrarlo e parlare. fosse anche nel tunnel pedonale della metropolitana.
    :o)
    silvia

  3.  no guarda. all’inizio pensavo che lui si perdesse in pietose tattiche per convincerti dell’assoluto bisogno di un revival sotto le lenzuola. poi ho letto dell’ikea… ma dico. sei sicura che nel frattempo non si sia dato all’alcool? l’ikea!? non ho parole. c’ha ragione scimmia. solo che lei è stata troppo elegante. io avrei abbassato di parecchio il registro linguistico…

  4. Questo davvero vorrebbe solo convincersi che ha ancora dell’ascendente su di te, vorrebbe consolare il proprio ego che evidentementenegli ultimi tempi ha perso punti, ma siccome ha capito che NON CE N’E’ rimanda e rimanda o fa il "disinvolto" con andiamo all’Ikea.
    Più semplicemente la mia idea si racchiude -ancora una volta- nelle sagge parole di Scimmia.
    Paola mattepregolasciaperde

  5.  Ma digli che sei felicemente fidanzata, no?

    non capisco tutti sti problemi.

    Non mi meraviglia che tu abbia mollato uno ce ti invita all’ichea, peraltro, anzi mji sembra il minimo.
    La prossima volta ti presto un randello

  6. Eh ma come la fate lunga tutti!

    E’ solo un normale pervertito della mensola, un feticista della Billy, un appassionato cultore che una volta all’Ikea ci andava da solo, sino a quando non lo hanno beccato (vedi sotto, ormai il warning sta su tutte le istruzioni) e non lo hanno cacciato a pedate dicendo "e qui non torni mai più da solo".

    E secondo voi uno così è da accompagnare? Cerdamende no!

  7. @Rizard: ma scusa, secondo te una bionda non ha un piano? ah!
    @lanoise: lato lungo is the name of game.
    @pallina: ma sai che non credo che serva? essere tornato a fare proposte in stile Ichea è già una punizione sufficiente per lui.
    @silvia: il tunnel della metropolitana va bene, basta che non sia ricoperto in faggio sbiancato e con panchine da montare. Eccheddiamine.
    @dp: ai concord.
    @laTwiggy: revaivol sotto le lenzuola? ma tu sei un’inguaribile ottimista! Se mi avesse detto "ehi ci stai fiki-fiki con me?", perlomeno, avrei apprezzato la sincerità!
    @Paola: brutti tempi quelli in cui essere disinvolti vuol dire andare all’Ichea…
    @consorte: Scimmia è un po’ come tomada, uno vorrebbe averlo sempre lì per chiedere un’opinione. E pensa che Scimmia è magro e non sporca.
    @tomada: e se fosse già successo e tutto ciò non fosse altro che lo scioc della perdita della mascolinità?
    @Motorumorista: tenchiu per il randello. Più randello per tutte. Detto questo, beh, se permetti io vorrei spezzare un po’ questo suo rassicurante circolo vizioso del "non tira se non coje". Che si esponesse una volta tanto! Indipendentemente dal fatto che Bancario mi compri torte sacher, me le porti a letto di domenica mattina e mi accompagni in teatro. Indipendentemente da tutto abbia il coraggio di beccarsi un no, una volta tanto. Eccheddiamine bis.
    @Glib: quando arrivò Marchigiana Montante in casa col pesce rosso, dovendogli dare un nome, le chiesi "ma è maschio o femmina" e lei mi disse "è ghei". Io, dunque, lo insignii del nome di Recchia.
    @Sor Unidicizzeri: bentornato! In qualunque caso io lo posso pure accompagnare ma poi gli porgo il cappio davanti al Tikkentukken.

  8. …e se uno non si suicida sul Takkentukken puà sempre strozzarsi con i dolci di plastica del ristorante interno!
    Comunque sono curioso di sapere dove si manda il Cv per diventare "denominatore di mobile Ikea": una professione ricca di prospettive e che non sente crisi!

  9. @AGB: guarda, so disgrazie.
    @tomada: però impicci, quello è poco ma sicuro: hai la panza. Amigo!
    @Furioo: ecco, mi hai dato uno spunto, prendo Lui, lo porto all’Ikea e lo faccio ingozzare a forza di polpette e cibo svedese. Pagherà caro, pagherà tutto!

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...