ALTRO CHE PLATINO-IRIDIO

Forse non tutti sanno che io ho fatto ondeggiare le mie bionde chiome per diverso tempo (in quantità equivalente a una laurea di primo livello in interpretazione e traduzione) in quel di Trieste. Tra le cose che ho imparato posso tranquillamente annoverare la differenza tra il caffè macchiato e quello gocciato, come camminare con il freddo percepito di meno venti gradi e la pioggia a vento e come convivere con il vicino arabo fondamentalista. Perchè io a Trieste vivevo in uno studentato: due palazzine in cemento armato abitate da quattrocento studentessi universitari. Avete presente i campus di Legally Blonde? Dimenticateli. Si mangiavano patate lesse il lunedì che diventavano patate prezzemolate di martedì per finire mercoledì come patate alla maionese e giovedì in qualche sformato che il venerdì avrebbe composto polpette di patate. Però c’era a disposizione una grossissima fauna (notevole quella maschile importata dal Camerun e dal Libano con punte di eccellenza in Israele).Si viveva tutti in loculi singoli e si divideva il bagno con un’altra persona. Io l’ho diviso con Pugliese Lurida e Ladra il primo anno, con Archentina Psicotica ma Divertente il secondo e con Secca Timorata di Dio ma pronta alla Vera Vita il terzo. E’ lì che ho stretto i rapporti con Mau e conosciuto Agb. Queste, com’è noto, sono diventate due mie carissime compagne esistenziali e tutto il resto è storia.

In occasione delle festività natalizie, quindi, ci si scambia gli auguri via sms. Si scelgono per le amiche le parole più care, più sentite, si esprimono i desideri più profondi.

Giunge per primo l’essemmesse di Agb che riporto fedelmente:  

"Frangia e Mau, tanti auguri con tutto il cuore che babbo natale vi porti tanta gioia e tanto ammmore!insomma, bando alle ciance vi auguro tantissimo love sex e american express. vi vi bi"

 E dopo aver provato immensa stima ed aver ringraziato parimenti, mi giunge l’augurio di Mau:

"Stimate Frangia e Agb, io vi auguro un natale felice e un anno sereno con un buon lavoro, un bel conto in banca, cappotti e scarpe nuove a volontà e un uomo figo, ricco, innamorato, generoso, gentile e soprattutto F12. e già che ci sono lo auguro anche a me. miss u"

Penso proprio che le mie amiche siano invidibiabili. Ma probabilmente non a tutti è chiara l’ultima parte del messaggio di Mau in cui si parla di F12.

Ebbene, digrediamo. Mau viveva nello studentato e stava in stanza con Pol. Questi è un giovane uomo sardo di notevole beltade. Studente della nostra stessa facoltà ma più giovane, praticava con gaiezza la propria gheiezza. Fidanzato in casa con un professore di storia dell’arte non disdegnava orge entro il confine sloveno, incontri fugaci e scopazzamenti occasionali. Di cui, ovvio, ci rendeva partecipi non fosse altro che per farsi depilare la schiena.

Sin da subito si notò che uomini e donne guardano nei maschietti che si portano a letto cose completamente diverse: ci trovammo basite di fronte alla misurazione del peso degli zebedei di uno, o alla descrizione delle cosce depilate di un altro. Nessuna di noi aveva mai badato a queste cose. Il terreno comune di confronto era quello del centimetro. Lì si dibatteva a suon di "ma più piccolo di un baunty?" e "poco meno dell’astuccio!". Il problema è che il parametro di misura è sempre troppo variabile.

Così Pol, pratico e conciso, decise di applicare un sistema di misurazione col computer portatile pressochè universale con un margine di errore abbastanza basso: "ma più o meno lungo che da F1 a F12?"

(se hai letto e lo hai appoggiato alla tastiera, abbi almeno il coraggio di ripulirla!)

15 thoughts on “ALTRO CHE PLATINO-IRIDIO

  1. Ed io che mi lamentavo del capo dei chierichetti, iscritto ad Economia e Commercio, con cui io (e altri due alcolizzati persi) dividevamo quello che la padrona di casa chiamava "appartamento" (con tutti gli accenti possibili) e che noi definivamo come "la sala hobby" (perché era grande come una sala hobby, non per chissà quale motivo).

    L’avrei voluto anch’io il fondamentalista, tanto per vedere come reagiva al rituale canonico delle scarpe messe fuori dalla finestra la notte e riportate all’interno prima che la vitti…ehmm il coinquilino si risvegliasse.

    (blog divertente, complimenti!)

    😀

  2. Non so su un portatile, ma sulla tastiera che ho di fronte F1-F12 da casello a casello sono una trentina di cm. Roba da professionisti dell’hard.

    (Comunque bella Trieste. Sono stato il curatore dell’edizione cittadina di una free-press senza averci mai messo piede. Potenza di internet)

  3. @unknowknight: Innanzitutto Benvenuto nel reame Frangese! Grazie dei complimaunz…e la vita universitaria è un grosso cappellone da cui tirare fuori conigli esilaranti.
    Un esempio: la mia coinquilina argentina voleva presentare il fratello a un mio amico. Di seguito il dialogo:
    coinquilina: – Es mi hermano!
    amico: – eh??? è birmano????
    @lanoise: inguaribile ottimista!
    @dp: leggi meglio. E comunque questo blog, forse dovrei specificarlo, non è scritto da una mucca.
    @MAU: mi pare ragionevole. CDS foreva.
    @pallina: tenchiu molto macc
    @tomada: ti fornirò due importanti informazioni: i professionisti dell’hard a casa hanno delle mogli. Felici. I triestini non leggono.
    @Glib: Benvenuto purattia! Molto bene ragazzo, stiamo lavorando per questo. Buscopan, ragazzo, buscopan.
    @laTwiggy: benevenuta sorella! Comincia ad andare in giro con dei Bounty: tutti penseranno che sei magrissima per quello che mangi e misurerai senza destar sospetti. Doppio vantaggio!
    @Caroto: l’importante è non usare minipc!
    @consorte: sai che non mi importa, per la solita questione del sessualismo che è cosa peccato. Ma io proverei con quelle pompette che vendono di notte sui canali zozzetti.

  4. @laTwiggy: portati dietro anche un tuics che è doppio, ha la prolunga, chissà mai fossi tanto fortunata…
    @consce: parla pettè!
    @MAU: la gente non ci capischeno. Noi siamo le elette.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...