COSE STRANE SUCCESSEMI OGGI

E’ bene chiarire che mi sono affacciata alla vita mattutina con due ore di sonno. Sono stata sino alle tre e mezza a discutere con Lui. Prima litigi, poi ammissioni, poi recriminazioni, poi promesse. Ovviamente svanite con la fine della conversazione.

Sul treno ho visto quel tipo delle superiori con gli occhi celesti, amico di quello con gli occhi verdi. E’ più bello quello con gli occhi celesti, ma io parlerei più volentieri con quello con gli occhi verdi.

Tra l’altro sabato sera ho incontrato in centro occhi celesti, non ci siamo salutati ma sappiamo entrambi di conoscerci. Io ho collegato la faccia alla classe di liceo e quindi al nome, lui credo di no. Ma si fa domande, è evidente. Stamattina mi ha pure sorriso. Ha un che di Tom Cruise in Rischi Bisness.

Insomma arrivo al master e ricevo una telefonata. Mi convocano per un colloquio: cercano una stagista per conferenze di geopolitica organizzate da un vaticanista. Lui è un mammasantissima che ha intervistato anche Arafat e tutta supergentona così.

Mi parla per un’ora, mi insensa (io sempre con quelle due orette di sonno smozzichicchiate e delle borse sotto gli occhi che nemmeno Alviero Martini), tenta di convincermi che nella vita devo fare l’interprete. Ma vedi un po’! Cioè, io arrivo lì e lui che mi dice? Che ho un titolo di livello, che sono specializzata, che devo fare quello per cui ho studiato. Invece mi alzo tutti i giorni a orari indecenti e faccio cinque ore di pendolarismo così, perchè mi piace puzzare di regionale. Ma io boh.

Insomma torno in facoltà, firmo, saluto e me ne vado, con fare zombiano, all’autobus. Di fronte a me siedono tre donne che potrebbero tranquillamente passare per ucraine/russe/lituane. Invece parlano un fluentissimo portoghese del Portogallo. Cercano di visitare il Panteao. (Sì, lo so, lo so). Insomma, non capiscono dove devo scendere per Largo di Torre Argentina e io a un certo punto mi sento in dovere di dire qualcosa tipo è questa fermata. E loro -signore e signori, colpo di scena- mi scambiano per nientepopòdimenochè una portoghese. Cioè, immaginiamoci questa giovane donna bionda, stanca, vestita -ammettiamolo- veramente random che implode di gioia.

Rendendomi poi conto che sono queste le soddisfazioni massime della mia esistenza, corro a prendere (anzi, oserei dire a farmi derubare per) un cono gelato al gusto vaniglia/noce.

Salgo sul treno, puzze impreviste che non conoscevo (è un treno diverso da quello che prendo di solito, cambio di orario evidentemente corrisponde a cambio di maleodori, n.d.a.)siedo di fronte a uno che scrive, scrive, scrive.

Mi viene in mente che ieri ho avvistato, dopo lunghe settimane di assenza, lo Gnomo Libraio. Ho pensato pure: "che carino!" ma poi mi sono ricordata che, su di una pedana, siamo tutti più carini.

Insomma fin qui, una giornata sui generis ma comunque accettabile. Torno a casa e stramazzo sul divano, entro in stato comatoso per almeno quattro ore.

Mi decido a rinviolarmi sotto pressione della mia genitrice, faccio pipì, mi lavo la faccia, controllo il cellulare e passo all’accensione di questa carretta di piccì.

Apro feisbuc. Apro gimeil. Apro Splinder: 1 PVT.

Di seguito il testo contenuto sotto l’oggetto "Piacere": Ciao …. il sesso è solo e pura fantasia … più la fantasia viaggia dalla nostra mente al nostro corpo, più l’erotismo che è dentro di noi esplode nella sua natura più appagante … un bacio… dolce … piacere di conoscerti … Francesco

Il tutto scritto e inviato alle 7.57. Ovvero: mentre io bevo il mio americano teiccheuei e mangio il cornetto integrale al miele, questo si dà allo sfrenato onanismo.

Ho seriamente bisogno di essere rassicurata sul fatto che il problema non sono io. Lo so che non si usa il blog a scopi psicanalitici scrocconi. Però questa è un’emergenza. Invoco lo stato di calamità splinderiano.

26 thoughts on “COSE STRANE SUCCESSEMI OGGI

  1. dai frangia il problema non sei tu…..è la tua sfiga…
    certo che visto il tono al limite dello psicolabile di questo post è evidente che hai bisogno di cambiare qualcosa nella tua vita! 😀

    giuseppe

  2. cara Frangia, quello che ti ha scritto si chiama “pescatore”.
    come tu ben saprai, su splinder ci sono i “cacciatori” e i “pescatori”. i primi sono quelli che si fissano magari su una blogger, la tampinano, la corteggiano, le scrivono 8765434567 PVT al giorno fino a che non riscono a intravedere il barlume di una luce in fondo al tinnel (tradotto: si scopa).
    poi ci sono i pescatori.
    i pescatori scrivono un messaggio, uno, poi lo copiano e inviano a 98765435678976 blogger, e aspettano le risposte. tirano su la rete, per capirci. sempre con lo stesso scopo del cacciatre ma, per la legge delle probabilità, con molte speranze in meno di farcela.
    sì, in meno, ovviamente.
    tu hai trovato un pescatore. un sampei in piena regola. secondo me.

    [e]

  3. crogiolati ancora un po’ nel tuo bel portoghese (che qui da me è chi non paga il biglietto dell’autobus) e lassa perdere gli occhi verdi, gli occhi celesti, gli gnomi librai i pescatori e tutto il resto. 🙂

    PS – arrivano anche a me i PVT provoloni: DELETE.

  4. perchè a me non arrivano, sti pivvittì provoloni? cosa sono io??

    in ogni caso: grande soddisfazioni quando ci fanno complimenti sulla lingua, sul corso di laurea eccetera eccetera. Un po’ meno quando ti rendi conto che non vale una cippalippa.

    Occhi verdi, occhi blu…sta cosa la devo chiedere: Lui che problema ha? quale?

  5. makeup, dimmi dove vuoi che te li mandi i pvt provoli, e mi organizzo.

    Frangia, questo e’ un segaiolo. Ce ne sono molti su FB, ma questo mi pare anche un eiaculatore precoce.

    Lascia perde.

    demonio pellegrino

  6. anche io ho avuto dei pvt strani..non li ho mai pubblicati per vergogna…ma poi che scema, perchè dovrei vergognarmi io???:))
    Questo post mi fa venire voglia di scrivere post su cose sceme..perchè, ahimè, ne accadono tante pure a me!:))

  7. @eklica: benvenuta, noto con piacere che anche tu sei dotata di un alto tasso di biondaggine. Torna presto!
    @a.i.: is the answer.
    @giuseppe: dici che sembro isterica? davvero? io? perchè?
    @enrico: ecco, appunto, i sampei li pubblico…i cacciatori evito. Ma ci sarebbero, eccome se ci sarebbero…
    @conscerebrale: dichi? a me pare un po’ un insulto pure una roba del genere, sinceramente.
    @lanoisette: sai perchè si dice fare il portoghese? perchè quando il Papa, in seguito all’emigrazione di massa in Brasile dei portoghesi, in epoca coloniale, volle far rimpatriare gli uomini in terra lusitana (causa presenza massiccia di donne sole), decise di dare come compenso del rentro in terra natia un appezzamento di terra. Ovviamente con l’obbligo di abitarlo. E quindi un sacco di gente si fingeva portoghese per ottenere l’appezzamento. Si conclude così il “Forse non tutti sanno che…” della Frangia.
    @makeup: ma che ne so, occhiverdi e occhicelesti non li considero manco.
    @dp: beh, magari non avevo proprio preso in considerazione la cosa, no? In qualunque caso sei pregato di tampinare altrove makeup.
    @pallina: a me succedono praticamente SOLO cose sceme.

  8. sarà mica l’orario notturno che fa vedere il bicchiere + mezzo vuoto (licenza poetica) di quanto non sia nella realtà???

    giuseppe

  9. Va bene così, davvero! poi quando sarai totalmente sopraffatta dalle situazioni che ti circondano ti prenderai solo ciò che vuoi davvero e magari mandarai a farsi uno shampoo il mammasantissima e ti cancellerai definitivamente da FB (non è un oroscopo!)

    elle

  10. tranquilla!! capita anche a me! (il pescatore, non gli gnomi, occhiverdiocchiblu, mammasantissime varie ed eventuali).
    non sprecarti nemmeno a fancularlo (che magari ama esser trattato male e te lo trovi ancora più in coste), ma Scancellalo e basta!

  11. in merito al discorso “fare il portoghese” io la sapevo un pochetto differente… te la riporto come riletta in wikipedia perche non ricordavo bene ne luoghi ne nomi 😛

    “Nell’uso comune l’espressione fare il portoghese è utilizzata per intendere “usufruire di un servizio senza pagarlo”, per esempio intrufolandosi tra il pubblico di uno spettacolo senza pagare il biglietto d’ingresso.

    Nonostante le apparenze, l’espressione – relativa a un fatto storico avvenuto a Roma nel XVIII secolo – non si riferisce in alcun modo a persone provenienti dal Portogallo: l’ambasciatore del Portogallo presso lo Stato Pontificio invitò i portoghesi residenti a Roma ad assistere gratuitamente a uno spettacolo teatrale presso il Teatro Argentina; non vi era bisogno di invito formale, in quanto bastava dichiarare la propria nazionalità portoghese.

    Molti romani, tuttavia, cercarono di approfittare dell’opportunità spacciandosi per portoghesi, da cui l’avvertimento non fare il portoghese per diffidare chicchessia ad astenersi dal mettere in atto trucchi o raggiri per poter usufruire di un servizio senza averne titolo.

    La vicenda, riportata da molti dizionari (cfr. la voce “portoghese” su Garzanti Linguistica), è raccontata anche in un libro portoghese, O Barco Pescarejo di José Coutinhas.

    Estratto da “http://it.wikipedia.org/wiki/Fare_il_portoghese”

  12. @giuseppe: mmmm, non mi pare.
    @lanoise: anche se angus mi smentisce, io sapevo questa.
    @elle: è bene chiarire che quelli di FB li scago subito, questo mi ha stupita perchè, oltretutto, ha fatto la mossa su splinder dove, notoriamente, non ci sono foto. Mah…
    In qualunque caso, so che dal blog non sembra, ma sto cercando in tutti i modi di prendermi quello che voglio. Solo che scivola via.
    @tomada: “insensare” è tipico delle mie zone…vuol dire qualcosa come “mi toglie il senso, mi disorienta, mi confonde e, quindi, mi rincoglionisce”.
    @angus: io di sta cosa non sapevo niente. In compenso il mio raccontino proviene dal mio ex prof di letteratura portoghese, che magari si sbaglia, però è l’unico seduto su una cattedra di linguistica portoghese in Italia.

  13. @lerinni: oooops… mi eri sfuggita! Ma figuriamoci se posso rispondere a sto scemo. Il quale scemo, tra l’altro, ha nel nicc un bel 55 che, detta anpassan, dimostra che ha ben 10 ANNI più di mia mamma.

  14. ma magari 55 non è l’età!!!
    checco zalone docet…
    “ciao, sono banana33, ma 33 l’età non è! capisci a me!”

    giuseppe

  15. se è la cattedra che so io, è la certezza della certezza (della simpatia, oltre tutto)

    in ogni caso continuo a non ricevere pvt nè pescatori, nè cacciatori nè niente. Vado a strozzarmi con le gocciole [cit.]

  16. Guarda amica che io sento lo stesso! “Parli italiano?? Ma come? Dove hai imparato?? Sei di Milano?? Sei del Sud?” È troppo bello! 🙂
    Poi, rispetto a questa storia del “fare il portoghese” a dire la verità io la conoscevo anche come racconta wikipedia però… fa lo stesso!
    Dalla tua sfigatezza (si dice questo? ahaha) non c’è niente da dire – qui, con me, capita lo stesso dunque… IO TI RASSICURO, il problema non sei tu né sono io. Forse dobbiamo cercare la riposta in uno di quei magnifici quiz di Facebook! Che ne pensi?? o_0

    Rititi

  17. Perchè hai inserito il tipo che in treno scrive scrive scrive tra le cose strane? Io mi siedo sul treno e scrivo x due ore per arrivare a PG, poi (troppo spesso) mi accorgo che sono arrivato e chiudo il PC senza salvare, mandando a puttane due ore di idee e di lavoro. Questo magari sarebbe strano. Ma uno che scrive e basta non è strano, è creativo! 🙂

    Pietro (redivivo su questo blog, dalla grafica ridefighita)

  18. @giuseppe e pallina: io sono convinta che fosse l’età. E, in qualunque caso, fossero altri 55 mi preoccuperei comunque.
    @dp:poesse.
    @makeup: vero eh? il buon vecchio Tonio…
    @Rititi: vero, forse dovrei sapere che città sono, che tipo di caffè sono, che scarpa sono, che elastico per capelli sono, che drink sono…
    @Diamante: perchè sei fortunata!
    @Pietro: amen! sei tornato! Beh, l’ho inserito perchè, in verità, scriveva a mano su dei fogli, verosimilmente delle fotocopie di studio/lavoro. Si fissava con gli occhi davanti a sé (ovvero su di me, ma non guardava me, guardava il vuoto in cui io impicciavo) e poi scrivevissima. Non so, mi ha colpito e l’ho scritto.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...