GIOVEDì (NON DA) GNOCCA

Succede che ieri era il mio primo giorno di ferie. Evviva! Gaudio! Giubilo! Trombette festanti! Stelle Filanti! Ricchi premi e cotillons!  E invece no.

Mi alzo alle nove e mezza il che, di per sé, è una vergogna per il primo giorno di ferie. Comunque cerco di recuperare uscendo a comprare uno smalto solo glemur fucsia scuro e qualche prodottino per la pelle che, si sa, in primavera fa le bizze. Trovo addirittura una ceretta ai frutti di bosco: rosa e profumata. Faccio scintillare il portamonete e me ne torno a casa. Sulla via del ritorno incontro MiglioreAmicaSecca e Peo (altro amico dell’adolescenza) che mi rendono partecipe del progetto della serata: cena a base di pesce cucinata dal succitato Peo e Pamp (amico di Peo). Il pesce di giovedì in Umbria mi perplime un po’, ma vabbè, è una vita che non esco, mi va bene tutto.

Quindi torno a casa e mi sparo una manicure favolosa a base di fuxia scuro, tipo color lampone, una roba favoluminosa.

Guardo la tele con la mia procreatrice e poi decidiamo di percorrere la highway to heaven: facciamo la pastiera! (a richiesta posso fornire reportage fotografico e ricetta)

Mentre finiamo di infornare queste teglie ripiene di estasi comincio  ad avere dei crampetti alle ovaie…ahi ahi ahi. Non ci siamo, no no no. La mia moleskine annuncia il menarca tra dieci giorni, che storia è mai questa? L’anticipo è assolutamente no-blonde. Al limite il ritardo, quello sì, ma l’anticipo no no no no. Con le ovaie pietrificate e trasformate in due di quegli odiosi ovetti pasquali dentro col fondente e fuori di zucchero colorato (sì, quelli che mi hanno spaccato almeno 4 denti da latte) capisco che la cena di pesce salta inesorabilmente. Chiamo MAS e le dico che mi aspetta, col suo abbraccio bollente, il divano.

E dunque metto su il divuics di Legally Blonde1&2. Vegeto, mangio un po’ di peperoni e un po’ di pastiera calda. Inizia Lipstic Giangol: sono obbligata a vederlo e adorarlo in quanto serie della stessa autrice delle BibbiaFilmata (secsendesiti, n.d.a.). Seguo tutto, sono preparatissima, quando ad un tratto….io guardo mamy, mamy guarda me, tutt’e due guardiamo la bottiglia. MERDA! La scossa! Ebbene sì, magnitudo 5.1. Cioè, non si può interrompere Lipstic Giangol così, a 10 minuti dalla fine perdipiù! Comunque io non ho paura, sinceramente, però sono una ragazza previdente. Quindi decido di operare in maniera sistematica l’organizzazione della mia eventuale sfollatezza:

– di vestirmi non se ne parla, ho fatto il bagno e sono in pigiama, col cacchio che mi cambio

– avverto mio marito di blog e lo informo della mia password

– rendo noto al mondo virtuale che le unghie delle mie mani sono colorate di color lampone, così mi si può  facilmente identificare

– mi faccio la ceretta ai baffi e mi ritocco le sopracciglia (a me la storia che peli e capelli continuino a crescere anche dopo la morte mi ha sempre terrorizzata perché vuol dire che manco nell’aldilà mi libererò del dramma della ricrescita)

– mi metto vicino 2 pastiere, 2 bottiglie d’acqua, il telecomando di scai e i sandali di MaxMara: tutto l’occorrente per essere felice in questa vita e nell’eventuale vita futura

– faccio testamento su scaip e decido così:

le scarpe più piccole a MAS, il resto a lanoisette che ha il mio stesso numero (con l’impegno morale di mettersi quelle leopardate per spiegare l’Umbria nelle ore di geografia)

lo scarabeo a Demonio Pellegrino

i libri, gli smalti e le foto alla mia amica universitaria

le perle ad AmicaGenioBresciana

i cosmetici tutti a makeupoltre e a Bridget Jones

le mutande da scortico e i completini tutti a Rititi, la mia amica portoghese che fa surf (con l’obbligo di sfoggiarli solo ed esclusivamente con serfisti)

l’attestato di laurea a Lui, ché ai titoli ci tiene

i ciddì di Madonna e i vestiti anni ’80 al mio amico gaio che vive a Londra

i diritti del blog (che immagino diventare un best seller di successo) a GRGA ché mi pare il più competente  in materia di comunicazione (e le scarpe di raso nero poiché secondo me ci tiene)

i vestiti all’associazione "Bionde-Tettone all over the world" poichè solo le iscritte possono apprezzare e indossare tutti i miei possedimenti vestimentari

Chiedo inoltre a mio marito, confidando nella sua nota riservatezza, di distruggere tutto il contenuto del mio piccì. Già il mondo dovrà affrontare la mia scomparsa, non mi sembra il caso di smuovere i poteri alti con le registrazioni delle mie conversazioni emmennessiane e scaippiane.Insomma io ieri ho fatto tutte ste cose e alla fine oggi sto ancora qui a scrivere il blog.

Ma dimmi tu.

20 thoughts on “GIOVEDì (NON DA) GNOCCA

  1. Ahahah te sei matta, mon amie :p
    Ma forssi int e scriverei un libro, magari un manuale di sopravvienza all’aldilà!
    Scherzo, ovvio, anzi mi fa un po’ venire i brividi leggere certe cose che capitano a poki kilometri da dove sono io. (rispetto al mondo, Frangetta, siamo vicinissimi).

    Tranquilla, mi fai ridere lo stesso!!!

    Vincenzo
    PS: e poi meno male che sei ankora qui: puoi modificare il testamento e aggiungere anke il mio nome alla lista dei beneficiari…
    Ecco, l’ho detto! AHAH

  2. grazie mille per lo scarabeo. Lo accetto volentieri (non sapevo neanche l’avessi). Che cilindrata e che colore e’? Che accessori ha?

    Sulpesce in umbria, io mi ricordo delle magnate di pesce di lago DIVINE.

    dp

  3. che spettacolo di post 😀
    come ci ho azzeccato sullo smalto eh? la cosa che mi lascia perplesso però è la pastiera calda..non causa spaventosi effetti collaterali molto poco blonde? oO’
    a.i.

  4. in un impeto di buon cuore, direi che preferisco te viva e me in ciabatte.
    comunque sai che ne avrei fatto buon uso.

    però, intanto, potresti spedirmi su un po’ di pastiera.

    PS: giassai che in caso di catastrofe naturale qui dalle mie parti le mie di raso viola tacco 9 sono tue.

  5. @Vince: occhei, posso modificarlo, cosa vuoi che ti lasci? ho ancora una collezione di covoni di polvere, qualche diario segreto delle medie e più o meno tutti i modelli di calze calzedonia degli ultimi 7 anni.
    @Bridget: le sopracciglia della mia salma sono nelle tue mani. Estirpa violentemente tanto non sento niente. (e se dovessi sentire comunque non potrei gridare)
    @dp: lo scarabeo è un cinquantino grigio scuro metallizzato a cui i teppisti della zona hanno rubato la placca sulla marmitta. Per il resto è una favola. Ormai ha dieci anni ma solo 4 mila km. E comunque ce lo sapevi che sì, che ce l’avevo.
    @a.i.: per la pastiera si fa questo ed altro. E poi con sta storia del terremoto si cacano tutti sotto, una in più o in meno non fa la differenza, no?
    @lanoisette: occhei, allora facciamo che rimaniamo ognuna nelle sue scarpe però, se davvero a giugno ci vediamo, le incrociamo reciprocamente in segno di pace [cit.]

  6. Se davvero resti secca sotto le macerie io renderò privato il tuo blog e poi mi farò pagare da Bruno Vespa per riaprirlo e leggerne il contenuto in una puntata speciale di Porta a Porta. Tanto la password ce l’ho.

  7. @consorte: l’ipotesi di diventare secca , in questo momento, mi riempie il cuore di gioia. Comunque credo che, anche sotto le macerie, rimarrei paffutella.
    Però, ti prego, in qualunque caso, dai una foto decente a quelli di Studio Aperto e impedisci loro di mettermi come sottofondo del coccodrillo una mazzo di canzone di Ramazzotti di merda. Voglio una canzone di Noemi. E’ l’ultimo desiderio della tua giovine sposa.
    @dp: ma sei cattivo cavolo, come il pesce di lago.

  8. Ahaha va bene il diario delle medie… Che ne riesca a tirare fuori il soggetto di un romanzo…
    grazie grazie ahaha

    Vincenzo
    PS: nn t preokkupare, lo dedicherò a te e avrai il tuo quarto d’ora d notorietà!

  9. stimazzi!
    vabbè parenti serpenti…
    ma nemmeno una spilla al cugggino?

    sappi che porterei gigli bianchi freschi ogni 10 del mese

    ed io che mi aspettavo, che ne so, almeno i libri di murakami

  10. OH MA CERTO CHE SIETE SCIACALLI! Manco uno che si dispera, tutti a dire e a me niente???????
    Ma vedi tu che mi tocca leggere…e io che mi aspettavo tragedie greco-romane, pianti a fontane… niente oh! La lotta al testamento!
    E comunque:
    – Vincenzo si becca i diari segreti contenenti la mia storica cotta per il ciccione della Terza E
    – Lerinni si becca le calze calzedonia, anzi, i collant…così tte mpari!
    – Angus si becca i libri di Murakami ma in francese così tte mpari pure tu!

    E a mio marito, comunque, ricorderei che i diritti ce li ha GRGA quindi, al limite, i profitti ve li spartite. Voglio che siano usati, almeno in parte, per donare delle tette a chi non ce le ha.

  11. ecco ora ci siamo…
    vada per i gigli bianchi ogni dieci del mese allora 😛
    p.s.
    non importa la lingua del libro
    è il valore sentimentale dell’ogetto che conta, che tra qualche anno su ibbei sai quanto ci faccio?

  12. Allora, non potrei sentirmi più soddisfatta! Ricevere cuecas come testamento fa parte dei sogni da quando ero bambina! LOL Però non so se ho capito cosa vuol dire scortico ma va bene lo stesso, se mi dici che sono buone per engatar surfisti ti credo e sono già convinta!
    Grazie mille frangia!

    Rititi, l’amica disperata per mutande che facciano miracoli!

  13. Rititi, innanzitutto complimenti per il tuo italiano impeccabile. Meglio di molti altri commentatori che usano le K al posto del CH e orrori simili. 😛
    In qualunque caso “da scortico” vuol dire “pra decortiçar”…tà mais claro agora?

  14. come ogni weekend ero isolata dal mondo, rinchiusa nel negozietto dove faccio la cassiera.

    ho un mal di testa allucinante, ma sapere che mi spetta metà dei tuoi trucchi mi risolleva.

    Dovrò solo uccidere Bridget per averli tutti.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...