DELLA SINCERITà DELLE MUTANDE ovvero CON MENO DI TRENTA DENARI NON METTO IL NASO FUORI DI CASA PERCHè SONO UNA RAGAZZA SERIA

Post lungo e privo di contenuti interessanti scritto al solo fine di temporeggiare prima di tornare sulle maledette dispense di marcheting mannaggment.

Ieri sera è stato uno dei sabati meno biondi della storia. Però mi sono divertita.

Si dà il caso che a breve abbia un esame su una materia che stimola il mio interesse tanto quanto un lemure mi stimola l’appetito. Insomma, il programma è abbastanza vasto, la voglia di studiare è scomparsa, credo sia morta, al massimo l’hanno portata via i Rom e non tornerà mai più

Riesco a convincere la mia cerchia sociale che di uscire, per me, non se ne parla, che farmi la doccia mi porta via tempo, che rompermi le scatole nel solito pab non mi aiuta la concentrazione eccetera eccetera. Morale della favola: tutti a casa mia. MiglioreAmicaSecca, ragazzad’inglese1 e 2 e Journalist (attualmente ragazzo di ragazzad’inglese1). Mi raccontano i pettegolezzi secondo cui insegnanted’inglesezoccola se la faccia con i clienti facoltosi della scuola, il tipo addetto ai contratti sia una spia (il maglioncino viola la diceva lunga) e la cicciabomba segretaria si stia licenziando di nascosto. Poi mi aggiornano su una studentessa nuova che, al primo appuntamento serio con uno, venne portata – in pieno inverno- alle terme. Cioè, la prova costume d’inverno: non c’è scampo. Voglio morire.

Poi parte una disquisizione sul nostro abbigliamento notturno, scaturisce non a caso ma dalla confessione di ragazzad’inglese2 (da qui RdI2) riguardo la sua liaison dangereuse con VecchioSposato.  Insomma VS la porta a fare i uichend nelle biutifarm e in tutti posti fichi. Le ho domandato, con una certa curiosità: ma la prima volta che ci hai dormito insieme (e per dormito intendo dormito) che ti sei messa? Perchè, a mio parere, in queste situazioni mica ti puoi presentare in versione pantera abarth, ché dopo pare che non aspetti altro. Lei mi ha detto, giustamente, che col pigiama di pail ci manca solo di dire entusiasticamente Tinchi Uinchi e sembriamo dei Teletabbis.

Ovvia conseguenza è stato il dibattito sulle calze: tutti d’accordo sull’oscenità del collant col tallone rinforzato, peggio che mai a vita alta, diocesalvi se color carne. Peggio di questo solo i gambaletti, profetica l’affermazione di RdI2 "ma allora quant’è meglio un onesto calzino?". Verità incontrovertibile.

In tutto questo io ero in versione Lafrangia Casalinga Disperata ovvero in tuta, con una felpetta da squatter dell’annata lisboeta. Con sicumera (io lo so che tutte le donne lo fanno, ma tutte tutte tuttissime) "Ma che pure voi ai primi appuntamenti vi mettete l’intimo spaiato?". Risposta generale "ECCERTO!".

L’unico uomo della stanza ci guarda allibito, vedo che il nesso tra mutanda celeste, reggiseno rosso e primo appuntamento gli sfugge. Eppure è un ragazzo intelligente e sveglio. Gli spieghiamo con tutta calma che l’intimo random abbinato a una ceretta disattenta fa di ogni donna una ragazza seria.

Come tutti gli uomini minimizza, ci tratta da pazze e ci dice che certe cose le notiamo solo noi. Ma quando mai? E poi, però, racconta della croata che aveva sulle gambe i peli a spadone. Adesso, dico io, i peli sono così poco importanti però ci crei una terminologia apposita? A spadone?

In qualunque caso questo simpatico deterrente social-moral-sessuale può essere ben  mistificato con l’uso di calze dai 40 denari in su.

Adesso che scrivo il post, poi, mi viene in mente una scenetta dell’anno scorso. Circa un anno fa ebbi un incidente e dovetti sottopormi alla fisioterapia. (modalità presente storico on) Insomma l’ortopedico mi consiglia un fisiatra del mio paese, prendo appuntamento e vado. E’ in una palestra. Mi metto delle mutande di laicra verdi, un top nero e una tuta da casa. In fondo è una visita medica e truccarmi non serve, i capelli vanno più che bene legati. Sì, sì, come no. Arrivo e il fisiatra ha qualcosa come 32-33 anni. A onor del vero va detto che è uno sgorbio alto un metro e mezzo e iperpalestrato, coi baffetti e i capelli ingellati. Porta quelle scarpe superareate per concedersi 3 o 4 centimetri in più. Ma se ti arrivo abbondantemente all’attaccatura dei capelli, caro mio, la diagnosi è "nanismo puro".  Non si sa perchè, sto tipo si sente un gran figo. Mah. Mi misura, mi pesa, mi mette mezza ignuda su una pedana di legno. Fa una faccia tra lo schifato e lo sgomento, emette sbuffi e suoni tipo MMMMM… preoccupati. Io sto lì, esito, non so che dire, sto in mutande spaiate davanti a uno che mi guarda come se avesse visto Giuliano Ferrara in tanga e mi fa "tocca che te chiudi la bocca, la pasta scordatela". Che tatto, che finezza. Poi mi dà divieto assoluto di tacchi.

Qualche tempo dopo finisco per sbaglio in un’orrida birreria di provincia, una cafonata. Però era tipo di venerdì quindi io stavo abbigliata, truccata, parruccata e taccata a dovere. Chi ti vedo sulla porta dell’orrida birreria? Ebbene sì, il fisiatra. Sorrido con la faccia di chi l’ha fatta grossa mettendosi quegli otto-nove centimetri di rialzo e accenno un ciao. Lui mi guarda, faccia sorniona, e proferisce " hai capito la bionda…" . Cioè, non mi aveva riconosciuta. Magari è parente dello Gnomo Libraio.

26 thoughts on “DELLA SINCERITà DELLE MUTANDE ovvero CON MENO DI TRENTA DENARI NON METTO IL NASO FUORI DI CASA PERCHè SONO UNA RAGAZZA SERIA

  1. allora fransgett, io ieri sera sono andata al sinemà con amicamollataall’improvvisodopoquattordiciannid’ammore – sì, stavano insieme dalla quarta superiore, lei ha la mia età, praticamente mezza vita, e lui un mese fa le fa: “ti devo parlare: mi sono innamorato di un’altra, vado a vivere a Roma con lei.”
    ti impedisco di dire qualsiasi cosa approposito di ciò. pensa solo che ho anche dovuto consolarla, ecco… – e per fare ciò ho dovuto levarmi il mio amatissimo golfone della nonna che non fa NocciolettaCasalingaDisperata ma bensì NocciolettaBadanteUcrainaClandestina.

    epperò, mia cara, io l’intimo spaiato non lo porto mai. mai. Noccioletta never gives up.

  2. aprite universi a me sconosciuti con questi discorsi che vagano tra spaiature e depilazioni…

    poi il discorso della nocciolina di cui sopra non fa una piega

    e che dire del palestrato che non riconosce la bionda?
    mi sa che l’essere bionda è anche sinonimo di calamita per imbecilli a volte…

    cuggì… che tristezza però gli affetti da nanismo…
    da questo posso dedurre che l’altezza è direttamente proporzionale all’essere fisionomisti
    che si sia abbigliata, truccata, parruccata e taccata a dovere o meno

    te lo dice uno che una volta da bambino è morto
    [puoi dirlo che te l’ha detto tuo cuggino]

  3. @lanoisette: ti dirò, mi spiace immensamente per l’amica sconsolée. Però uno che ha il coraggio di mollare la storia eterna per un nuovo (e forse più vero e meno abitudinario) amore, per me, è un grande uomo.
    Un grande uomo che poi incornerà pure il suo nuovo e meno abitudinario amore.
    E comunque io struccata e sparruccata sembravo una badante polacca squatter.
    @angus: nel caso degli uomini “altezza mezza biondezza”, guarda. Te lo dice una che scrive sugli specchi col rossetto.

  4. La cosa dell’intimo spaiato mi perplime tantissimo. Quindi voi donne nel momento di lucidità scaricate la pistola per evitare di piantarvi un colpo in testa più tardi. Tutto ciò è inquietante.

  5. No, il primo appuntamento alle terme: NO. Ma come ci possono solo pensare???? Che tristess…
    Bionda: ma tu ci andresti a un primo appuntamento alle terme?

    E sai che non ci avevo pensato alla storia dell’intimo spaiato al primo appuntamento…guru che non sei altro!

    Stima Imperitura, sempre.

  6. questa dell’intimo spaiato è davvero malefica….
    sarebbe come se noi prendessimo il bromuro poco prima del primo appuntamento in modo da non avere un pensiero fisso e quindi riuscire ad avere una conversazione + piacevole….

    però condivido s.i…..il primo appuntamento alle terme assolutamente da bocciare!!!

    PS: ma quand’è che hai visto un lemure cucinato???

    giuseppe

  7. scusate, ma a questo punto l’intimo spaiato è di tutto rispetto se in una pubblicità di una nota marca di intimo ho appena visto la MeganGheiltùtointoornoaté che si lascia sfilare il tubino nero da invitoacenadopocenacompreso svelando il reggisenobiancocontenitivo che neanche mia nonna.

    poi ho dato un’occhio a quello che ho indosso io sotto jeans&maglione e direi che con i punti-austostima così guadagnati tiro avanti ancora 10/15 giorni…

    PS: fransget, tu lo sai quale sconfinata ammirazione possa avere la sottoscritta per un uomo che compie un gesto inconsulto come quello di cui sotto, nevvero?

  8. l’intimo spaiato fa cagare. La tua strategia con me non pagherebbe. Se vengo al dunque e trovo la mutanda gialla e il reggiseno a pois rosa e i peli a spadone sulle gambe mi alzo e me ne vado. Non scherzo. L’ho fatto per molto meno. Eccheccazzo.

    demonio pellegrino

  9. interessante come sempre, frangia….che dire, se una mia piace, si può vestire pure come sbirulino, mettersi il reggiseno di mia nonna e le mutande della mia bisnonna, non cambia assolutamente niente….

    anonimo DOCG

  10. ho letto gli ultimi tuoi due post e mi sono tagliato dalle risate!!
    i commenti di m.lle lanoisette son troppo forti (@nois, te prego smettila de parlà francioso che ce lo sai l’effetto che mme fa)!!

  11. @demonio pellegrino: noi l’intimo spaiato lo mettiamo apposta per non cadere in tentazione!!

    io per non cascarci proprio lascio pure incolta la zona dal ginocchio in giù. In su dipende da quando sono andata dall’estetista.
    L’unico rimedio infallibile per non passare al dunque.

  12. D’accordo con anonimo DOCG. Arrivati a un certo punto il colore dell’intimo passa non in secondo, ma in duecentesimo piano.

    Però se a voi fa da effetto deterrente… (sempre che lui non vi abbia appena svelato di avere un fetish per le gambe pelose e gli intimi multicolori).

  13. Io invece voto Demonio Pellegrino premier. I completini spaiati e sgargianti da simpatica monella fanno cagare. Se volevo rimorchiarmi una ragazzina cercavo di rubare l’agendina di Michael Jackson. Viva il completino intimo come cristo comanda; a morte la mutanda gialla di lycra.

  14. Ehehehe non lo metto l’intimo spaiato al primo appuntamento che sono un uomo.
    Anzi, dirò di +: quando so di avere un appuntamento, conservo i miei boxer + fiQi x l’occasione, usando gli altri nel frattempo…
    No beh, sembra una follia, ma non è una cosa x cui m serve l’agendina: non mi porta fatica.

    Ad ogni modo, una volta, io sono andato dall’otorino con una maglietta cn su scritto: HARDCORE SEX. Nessuno mi ha mai chiesto il significato d quella scritta, soddisfatto della superficialità di una maglietta marrone… Eppure, una volta nello studio, mi fa: “cosa vuol dire la scritta sulla sua maglietta?” E io, tra lo stupito e il “cazzo-ke-figura-demmerda” non ho potuto che cavarmela con la mia solita strategia: lo gnorri.

    Ah, e fattelo dire: quel fisioterapista andava picchiato. o magari soltanto fatto conoscere a federica del GF, così se lo portava in disco al guinzaglio.
    Siamo seri, anke io sn un nanetto: capisco kosa vuol dire analizzare con attenzione i cm extra ke ti danno alcune scarpe…

    Vincenzo
    PS: sono d’accordo cn te riguardo il fascino dell’uomo che in amore rischia tutto per passione…

  15. @consorte: mai sottovalutare le potenzialità di una donna al primo appuntamento. Mai.
    @a.i.: uomo nano, non ci uniamo.
    @Stima Imperitura: ma ti pare che vado al primo appuntamento alle terme? ma siamo fuori? il costume è come Corona: non perdona.
    @lanoisette: se io fossi a forma di Megangheil, sinceramente, il reggiseno non lo metterei. E nemmeno altri capi d’abbigliamento.
    @giuseppe: sì, mia nonna fa la polenta col lemure tutte le domeniche.
    @dp: a parte che tu sei il mio amante quindi sti discorsi con te non valgono. Ma in qualunque caso, l’intimo spaiato è la condizione di base che mi permette di negarmi, piuttosto la morte. In realtà pensiamo la stessa cosa.
    @anonimoDOCG: no dai, il pelo a spadone no. E’ intollerabile. Però tu abiti all’est quindi, magari, non ti sconvolge più.
    @lerinni: l’intimo spaiato solo dal fisiatra. Soprattutto perchè il fisiatra il mio intimo appaiato non se lo merita. Col cacchio che gli regalo sta visione!
    @albatros: mersì bocù!
    @makeupaoltre: mi sai che sei uscita anonima in un commento…mah…In qualunque caso vedo che ci capiamo. Sempre diffidare delle ragazze serie: sono solo ragazze irsute.
    @tomada: il giorno che incontrerò uno a cui piacciano i peli cambierò sponda. Giuro.
    @Tcc: ma che simpatica monella e simpatica monella??? al massimo mutande di ellochitti. E solo su richiesta esplicita. Però la mutanda gialla si boccia anche sull’uomo [cit.].

  16. @Vincenzo: nessuno capisce quanto me l’importanza di un po’ di tacco. Però, se sei un uomo, almeno portalo con nonchalance, non fare tanto il fico che se la tira suvvia…
    Per il fattore rischio, beh, cosa non si farebbe per uno che lascia la vecchia strada per quella nuova…in fondo non c’è niente di sbagliato nel cercare di avere una vita più bionda.

  17. fa d’uopo una precisazione: parlavo dell’intimo spaiato, che se sei jennifer lopez, ti puoi anche mettere reggiseno e mutandine di rita levi montalcini, sei sempre jennifer lopez. o una di cui sono innamorato. questo era il succo del mio discorso. alla mia età mi alzo e me ne vado solo se sono in un ristorante in cui non mi cagano per più di mezz’ora. i peli per mia fortuna non mi sono mai capitati, né a spadone, né in altra guisa, il muro di berlino è caduto nel 1989 e io frequento praga dal 1996 🙂

    anonimo DOCG

  18. @Alb: sgè te diffid de fèr le cascamortò avec muà sur le blog de mon amie Fransget. e pur de fèr le cascamortò avec ell. e sgè parl fransè tut le fuà che sgè vè 🙂

  19. @lanoisette: io la mutanda gialla la posso tollerare su un uomo di carnagione scura. A parte questo, qui nel reame di lafrangia si parla fransgese come e quanto si vuole.
    @anonimo DOCG: quindi devo desumere che:
    a- copuli con donne bellissime col culo grosso
    b- copuli con donne dall’intimo impeccabile
    c- copuli solo con donne di cui sei innamorato.
    Tutto alquanto inverosimile.

  20. mi spiego per l’ultima volta, poi rinuncio: se una è bellissima (o io ritengo che lo sia) e/o ne sono innamorato, non me ne frega niente di quello che indossa, sotto, sopra, in mezzo, di lato, in testa, ai piedi, se vota per la lega, se ascolta ramazzotti, se è buddhista, cattolica praticante, ebrea, battista del settimo giorno, se beve il cappuccino mentre mangia la carbonara, se ama il bungee-jumping, il luna-park, lo zoo, se fa free-climbing (tutte cose che detesto), se è bionda, mora, rossa, pelata, bianca, gialla, nera, verde, a pois, grassa, magra, alta, bassa….è chiaro adesso?

    anonimo DOCG

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...